Brain Zone

Cos’è il training cognitivo?

È un’esperienza di potenziamento delle facoltà mentali che si basa sull’allenamento delle funzioni esecutive.
Le funzioni esecutive sono delle facoltà mentali che risiedono nella corteccia prefrontale del nostro cervello e danno impulso e governano il modo in cui agiamo e ci comportiamo. Focalizzazione, inibizione, memoria di lavoro e flessibilità hanno un impatto molto significativo sulle nostre azioni quotidiane e per capirne è utile declinarle nei comportamenti che esse presiedono.


Focalizzazione

Chi di noi non desidera essere focalizzato su quello che sta facendo senza rimandare continuamente le cose di cui deve occuparsi?
Isolarsi dalle distrazioni e portare a termine un compito o il raggiungimento di un obiettivo può non essere banale se non siamo particolarmente ingaggiati e può richiedere un certo grado di concentrazione e impegno, mentale e fisico.
Un’elevata capacità di focalizzazione può aiutarci a mantenere alta la concentrazione indipendentemente dal fatto che quello che stiamo facendo sia per noi di un’attività interessante, occupandocene subito e senza procrastinare.


Inibizione

A volte abbiamo la netta percezione che le parole precedano il nostro pensiero e raggiungano la nostra coscienza esattamente nel momento in cui arrivano al nostro interlocutore e talvolta abbiamo dei dubbi sulla qualità di quello che abbiamo appena detto perché ci rendiamo conto che l’effetto che abbiamo ottenuto è diverso da quella che era la nostra intenzione. Questo comportamento che ciascuno di noi ha sperimentato almeno una volta, è presieduto da una rete articolata di facoltà mentali, tra cui una ridotta capacità di gestione degli automatismi emotivi e relazionali, detta anche inibizione, gioca un ruolo fondamentale. Anche quando decidiamo di iniziare una dieta e "cediamo" alla prima tentazione che si presenta stiamo sperimentando la nostra ridotta capacità di inibizione.
Inibizione di cosa? Inibizione dell’automatismo che governa scelte condizionate e orientate al raggiungimento di un obiettivo che abbiamo deciso di perseguire e delle azioni che ne conseguono.


Memoria di lavoro

Che vantaggi potremmo ottenere da una maggiore presenza ed efficienza mentale? Ad esempio, ricordare una quantità elevata di informazioni, avere sempre presente la sequenza delle attività da svolgere e saper stabilire un ordine di priorità oppure saper tenere a mente i contenuti di una conversazione senza aver bisogno di prendere continuamente appunti o avere la sgradevole sensazione di non ricordare quello che è successo nei giorni precedenti. Allenare la nostra memoria di lavoro ci permette di muoverci con più agilità mentale tra la grande mole di informazioni a cui siamo continuamente esposti.


Flessibilità

Tutti abbiamo un’idea piuttosto precisa di cosa significhi essere flessibili e spesso questa idea mette al centro la capacità di saper rispondere con nuovi comportamenti al mutare del contesto e delle condizioni. Una capacità fondamentale per chi vive il nostro tempo. Ma c’è un aspetto della flessibilità che ci interessa sottolineare, ed è la capacità di superare i nostri automatismi, perché è proprio il loro riconoscimento e la capacità di elaborare nuove strategie per il loro superamento che ci permette di affrontare efficacemente gli imprevisti e le situazioni nuove.
Quando c’è un imprevisto sul tragitto che percorriamo tutti i giorni per andare al lavoro o recarci in un posto che frequentiamo in modo routinario, la nostra flessibilità è messa alla prova. È in una situazione di questo tipo che dobbiamo metterci al lavoro per attivare tutte le risorse e le informazioni necessarie che ci permettono di progettare un nuovo itinerario. Dal punto di vista delle facoltà mentali non accade una cosa molto diversa quando dobbiamo o vogliamo cambiare lavoro, dobbiamo o vogliamo adattarci ad un nuovo ritmo di vita, dobbiamo affrontare una rieducazione fisioterapica dopo un’operazione e via dicendo. Si tratta insomma di mettere al lavoro il nostro navigatore interno, le nostre mappe mentali per superare i nostri automatismi, formulare nuove soluzioni e saper risolvere problemi.


Seguici sulla pagina Facebook BrainzoneIT