Brain Zone

LE VIDEOINTERVISTE

VAI ALLA GALLERY

Cos'è il cervello

Sorprendente ancora oggi: ma cos’è il cervello?

Ancor oggi il cervello viene definito come un organo stupefacente, con un peso, nell’adulto, compreso tra 1,3 kg e 1,5 kg, situato all’interno della nostra scatola cranica.

Il cervello rappresenta una parte dell’encefalo, a sua volta costituito, oltre che dal cervello, anche dal cervelletto e dal tronco cerebrale.

Il cervello è sicuramente l’organo più importante del sistema nervoso e sicuramente l’organo più complesso del nostro corpo.

Il cervello è la struttura che ci consente di “vedere e percepire” il mondo intorno a noi, ci consente di pensare e di parlare.
"Il cervello è un mondo di continenti inesplorati e grandi distese di territori sconosciuti”.
S.R.y Cajal 1937
   
Lo sapevate quante sono le cellule nervose (neuroni) che compongono il cervello?

100.000.000.000, CENTO MILIARDI di neuroni.
   

Strutture che compongono l’encefalo.

Grazie ai circa cento miliardi di neuroni che lo compongono e che sono connessi tra loro e con le altre strutture del nostro organismo riusciamo a soddisfare i nostri bisogni primari quali:
  • mangiare
  • bere
  • dormire
  • respirare
  • procurarsi cibo
  • avere relazioni sessuali
E non solo il cervello soddisfa i bisogni primari e primordiali tipici degli animali ma, nell’uomo si è talmente sviluppato ed evoluto che, sotto la sua “responsabilità” ricadono anche, l’interpretazione dei segnali provenienti dagli altri e dall’ambiente e la relativa gestione delle emozioni, dei sentimenti.

Avete mai pensato perche si usa l’espressione “essere senza cervello” per indicare una persona a cui manca o che non si comporta con intelligenza e, in un senso più esteso, per indicare una persona distratta, smemorate, svagata ecc?

Probabilmente proprio perché il cervello è la struttura responsabile di tutte quelle funzioni di “alto livello” come il linguaggio, la coscienza, la capacità di ragionare e “ricordare” sia a breve sia a lungo termine.

Lo sapevate che, a differenza di ciò che si riteneva nel passato, il cervello e le sue “componenti” non sono strutture immutabili? Un tempo non tanto lontano si riteneva infatti che il cervello, a differenza di altri organi e apparati del nostro organismo non mutasse mai, fosse statico. E invece no.
È ormai assodato che il nostro cervello si modifica continuamente, soprattutto a livello funzionale.
   
Il cervello non è quindi immutabile ma “plastico” e plasticità viene definita questa sua capacità di modificarsi anche nelle sue singole componenti quali i neuroni. Il cervello si dimostra particolarmente “plastico” durante lo sviluppo in età giovanile, in risposta ad un trauma, durante l’apprendimento. Una plasticità che si estende fino alla possibilità dei neuroni di modificare la loro capacità di comunicare l’uno con l’altro. In pratica, un cervello in continuo divenire.

Bibliografia consultata

  • Babiloni F. Meroni V.M. Soranzo R. Capitolo 2: Cenni di anatomia cerebrale. In: Neuroeconomia, Neuromarketing e processi decisionali di F.Babiloni, V.M. Meroni, R. Soranzo. Springer Milano Ed. 2007: pagg 7-12
  • British Neuroscience Association, European Dana Alliance for the Brain, Società Italiana di Neuroscienze. Neuroscienze. La scienza del cervello. Eds. Richard Morris, Marianne Fillenz-British Neuroscience Association- II Ed. Italiana; 2010: pagg-2-58
  • Colucci D’Amato L. Di Porzio U. Capitolo 3: L’architettura del sistema nervoso. In: Introduzione alla neurobiologia di L. Colucci D’Amato, U. di Porzio. Springer-Verlag Ed. 2011: pagg. 21-33
  • Grossi E. Villa L. Riso C. Invecchiamento, declino cognitivo, Alzheimer; ruolo della cultura nella prevenzione della demenza. In: Cultura e Salute di E.Grossi, A. Ravagnan. Springer-Verlag Italia Ed. 2013: pagg.179-191

Seguici sulla pagina Facebook BrainzoneIT